LogoBioNidofogliaScarabocchiando
facebook-green
08/11/2015, 12:37

mangiare, seduti, tavola, bambini, educazione, soffocamento



Mangiare-seduti-a-tavola...non-è-una-questione-di-buona-educazione


 



Mangiare seduti a tavola non è solo una questione di buona educazione. Molti bambini hanno l’abitudine di mangiare scorrazzando in giro per casa, oppure mentre giocano, guardano la televisione o svolgono altre attività ricreative, e i genitori si chiedono: "come faccio ad insegnare a mio figlio a mangiare seduto a tavola?". Partiamo dal presupposto che un bambino che è solito fare questo è un bambino che è stato disabituato a mangiare seduto. Quando un neonato mangia lo fa fermo in braccio alla madre, la quale solitamente sta seduta. Man mano che il bambino cresce e arriva intorno ai 6 mesi di vita, inizia a mangiare le pappe, a quell’età non è ancora in grado di camminare o spostarsi autonomamente, perciò mangia seduto sul seggiolone. Intorno all’anno il bambino inizia a muoversi e spostarsi da solo, è a questo punto che accade qualcosa di strano: genitori e nonni iniziano a fare corse campestri dentro casa per inseguire i piccoli, mentre sono nel pieno delle loro attività, cercando di infilargli in bocca un boccone in più di pappa; ci si inventano canzoni, giochi e si mettono a disposizione dei bambini televisori, cellulari e ogni genere di strumento di distrazione pur di farli mangiare. Ma questo cosa comporta realmente? 
Ci sono diversi aspetti da analizzare: 
  1. Lo sviluppo cognitivo del bambino:nIl bambino in questo modo non sviluppa una propria capacità di rispondere allo stimolo dell’appetito e di gestirlo mangiando autonomamente, non è protagonista nell’atto di mangiare, ma è un’azione che subisce...con l’inganno! 
  2. La sicurezza: Durante incorsi di primo soccorso e disostruzione pediatrica tenuti dalla Croce Rossa Italiana, gli istruttori raccomandano di far mangiare inbambini seduti e con la televisione spenta, questo perchè distrazioni e movimenti eccessivi durante il pasto alzano moltissimo la percentuale di rischio di soffocamento. 
  3. L’educazione e la famiglia: Il momento del pasto ha un forte valore educativo, è il momento della giornata in cui la famiglia si riunisce intorno alla tavola encondivide qualcosa. A volte risulta essere l’unico momento in cui tutti i membri della famiglia hanno l’occasione di fare qualcosa insieme e vale la pena di goderselo, di parlare, di chiedere all’altro cosa ha fatto, come è andata la scuola o il lavoro, di vivere con piacere questa occasione di convivialità...rigorosamente a televisore spento! Non dobbiamo avere paura di dare regole ai nostri figli, è attraverso queste che impareranno a vivere nella società, a trovare il loro posto e a costruire il loro futuro.


1
Create a website